La perfida Turchia

Il sunnita Erdogan è uno dei maggiori responsabili dell’esodo che sta interessando l’Europa.

I cinque milioni di profughi siriani sono in gran parte da mettere sul suo conto.

La collusione tra Ankara e il Califfato, infatti, è più che evidente. Per mesi Ankara ha negato le sue basi aeree per colpire l’Isis e, attualmente, i suoi raid aerei sono serviti a contrastare i curdi, unici combattenti veri contro il Califfato.

Ankara ha usato le primavere arabe per estendere il suo dominio e la propria influenza nella regione e sostiene il governo libico di Tripoli, che permette ai trafficanti di esseri umani di gestire il flusso africano dei profughi che sbarcano sulle coste italiane e greche.

Dei 330 mila arrivi in Europa, i due terzi provengono dalle coste turche e Ankara è la responsabile prima della rotta balcanica e della rotta libica attraverso le quali arrivano i profughi.

La strategia di Ankara è chiara: favorire con tutti i mezzi l’islamizzazione d’Europa.

A testimoniarlo è anche il vescovo ausiliare dell’arcidiocesi di Estergom-Budapest, Janos Székely, il quale ha recentemente scritto: “In Turchia si sentono voci fra la comunità musulmana che vogliono conquistare l’Europa”.

Non è una novità. C’è un movimento musulmano che negli anni Settanta voleva conquistare l’America. Il movimento è stato fondato negli anni ’70 da un imam di nome Fethullah Gulen e si chiama Hizmet (il Servizio), una sorta di Opus Dei musulmana; ha sviluppato una rete di scuole, dette guleniste, con l’obbiettivo di formare una nuova classe dirigente legata alla Turchia e al movimento gulenista.  I seguaci del movimento, con il mondo esterno, predicano il dialogo inter-religioso e la reciproca comprensione, ma tra di loro parlano di conquistare il mondo. Forse l’America l’hanno conquistata, vista la politica di Obama. Ora l’obbiettivo è l’Europa.

Il problema è che le cosiddette potenze occidentali, salvo fare propaganda sull’accoglienza, non vogliono prendere atto del fatto che un paese che è membro della Nato fa il doppio gioco e mentre dice di voler combattere il terrorismo, cosa che non fa, alimenta il flusso dei profughi con l’obbiettivo di islamizzare l’Europa.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...